mercoledì 24 ottobre 2012

Lettera ad un amico

Caro Gianfranco,
ti dò ancora del tu e so che non me ne vorrai, anche se sei passato ad una categoria superiore. Un mese se ne è andato, è tanto e nello stesso tempo pochissimo. Sapessi quante volte ho ancora la tentazione di scriverti! basta che legga una notizia di cui mi piacerebbe discutere o semplicemente spettegolare con te, attraverso quella rete che era, giocoforza, la strada principale della nostra amicizia.
Oggi voglio farti un regalo, assieme ad un paio di amici fidatissimi abbiamo dato vita ad una creatura, tu lo chiamavi così il tuo blog, ricordi? te lo mando, questo regalo, prima che tu ti distacchi troppo dalle cose terrene: spero che tu sia ancora invischiato nelle scartoffie burocratiche del Lassù e che abbia ancora il tempo -mentre aspetti che gli Angeli o altri addetti ai lavori si districhino nella pratica- di dare un'occhiatina Quaggiù. Quando si fanno regali si chiede spesso alle persone vicine al destinatario: "Cosa gli prendo, cosa gli piacerebbe?". Eh grazie, mica te lo dicono: se hanno una buona idea se la tengono per loro, con la penuria di idee che c'è in giro! allora mi sono arrangiata: prima ho cercato di scrutare nel Gianfrancopensiero, ma vedevo solo una pipa che, come ogni buona pipa, faceva fumo e mi confondeva. Allora mi son detta: "Atropa, pensa ad una cosa che piacerebbe fare e te a che non dispiacerebbe a lui". Siamo andati subito meglio: mi son fatta accompagnare da una congrega di cui mi fido ancora più di quanto mi fidi di me stessa e via...ho fatto il passo. Un blog ispirato al tuo, dilatato in alcuni temi in cui siamo bravini,  ristretto in altri  di cui capiamo quasi nulla. Ma, la cosa più importante di tutte, è un blog con tre lingue ufficiali per annunci e comunicati: sardo, italiano ed inglese; e con lingue a piacere per i post. Lo avremmo potuto chiamare BabelBlog, ma abbiamo preferito Monte Prama, perchè la nostra luce guida sarà quella cultura sarda millenaria, moderna ed internazionale che tanto ti affascinava ed ispirava. Stiamo ancora andando in giro per far mettere la firma dei partecipanti nel biglietto, tu aspetta ancora un pochino prima di salire le scale del piano superiore (tirala alla lunga, trova qualche scusa). Insomma, oggi siamo nati, ma il battesimo è tra tre giorni! Nel frattempo ti ho lasciato un angolino aperto nel pacchetto, così che tu possa dare una sbirciatina al regalo: ti piace?
Un saluto amico nostro carissimo
Atropa & la redazione di Monte Prama, un blog dedicato a Gianfranco Pintore