sabato 9 febbraio 2013

I documenti "ufficiali" della Sardegna arcaica (3 di 4)

di Atropa Belladonna

Vd. parte 1 e  parte 2. Eccoci alla sezione egizia e /o egittizzante. I nomi regali ricorrono con tale frequenza, che fornirò solo alcuni esempi, tra i più notevoli. Per il resto rimando alla letteratura sia specifica (es. Scandone, Hölbl), sia sparsa in giro ed indicata nel testo. Per le composizioni specificamente crittografiche rimando di nuovo alla letteratura specifica ed ai miei contributi su questo blog e sul blog di Gianfranco Pintore (vd. riferimenti alla fine del post)
III. Geroglifici egizi /geroglifici + altre scritture


1. Scarabeo di produzione locale sarda, con scrittura Menmaatre, prenome di Seti (1290-1279 a.C.)
G. Matthiae Scandone, Scarabei e scaraboidi egiziani ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari
A. Belladonna, I più antichi scarabei sardi: XVII-XI sec.a.C., http://monteprama.blogspot.it/, 29.11.2012



2. Scarabeo con scrittura Usermaatre, prenome di Ramesses II (1279-1213 a.C.)
G. Matthiae Scandone, Scarabei e scaraboidi egiziani ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari
A. Belladonna, I più antichi scarabei sardi: XVII-XI sec.a.C., http://monteprama.blogspot.it/, 29.11.2012



3. Scarabeo con scrittura Usermaatre, prenome di Ramesses II (1279-1213 a.C.)
G. Matthiae Scandone, Scarabei e scaraboidi egiziani ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari
A. Belladonna, I più antichi scarabei sardi: XVII-XI sec.a.C., http://monteprama.blogspot.it/, 29.11.2012

4. Scarabeo con scrittura Usermaatre, prenome di Ramesses II (1279-1213 a.C.)
G. Matthiae Scandone, Scarabei e scaraboidi egiziani ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari
A. Belladonna, I più antichi scarabei sardi: XVII-XI sec.a.C., http://monteprama.blogspot.it/, 29.11.2012



5. Scarabeo con scrittura Usermaatre Setepenre, prenome completo di Ramesses II (1279-1213 a.C.)
G. Matthiae Scandone, Scarabei e scaraboidi egiziani ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari
A. Belladonna, I più antichi scarabei sardi: XVII-XI sec.a.C., http://monteprama.blogspot.it/, 29.11.2012



6. Scarabeo con scrittura Menkheperre, prenome di Tuthmosis III (1479–1425 a.C.) o Menmaatre, prenome di Seti (1290-1279 a.C.),
G. Matthiae Scandone, Scarabei e scaraboidi egiziani ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari
A. Belladonna, I più antichi scarabei sardi: XVII-XI sec.a.C., http://monteprama.blogspot.it/, 29.11.2012


7. Scarabeo in steatite dal nuraghe Nurdole di Orani, lettura Nebmaatre (Amenhotep III, 1388-1350 a.C.)
Marcello Madau, II complesso nuragico di Nurdòle (Orani-NU) e le relazioni con il mondo Mediterraneo nella prima età del ferro, in: Etruria e Sardegna settentrionale tra l'età del bronzo finale e l'arcaismo, Atti del XXI convegno di studi etruschi ed italici, Sassari, 13-17 ottobre 1998.
A. Belladonna, http://gianfrancopintore.blogspot.com, La crittografia del dio Egizio Amun in Sardegna 08.01.2012

8. Scarabeo in steatite (Amun-Amun in crittografia)
G. Matthiae Scandone, Scarabei e scaraboidi egiziani ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari
N.d.R. La Scandone non riconosce una lettura lineare dei geroglifici; dall' alto in basso, partendo da destra si può leggere però: died wast, mr 'IMN-R' = "E' sicura Tebe, amata da Amun-Re" (pilastro djed = sicuro, stabile; ger. R19 = wast, Tebe; segno mr = amato; barca solare = logo di Amun-Re) AB.  

9. Placca col nome Menkheperre, prenome di Tuthmosis III (1479–1425 a.C.) in cartiglio (a). 
N.d.r. La presenza di un complemento fonetico n (linea orizzontale sopra il segno a scarabeo), indica che la scritta risale a non prima dell' epoca ramesside (b), che inizia nel 1292 a.C. ca.
a. P. Bartoloni, Fenici e Cartaginesi in Sardegna,1968, Ilisso ed. b. F. Magnarini, Catalogo Ragionato Di Una Collezione Di Scarabei-Sigillo Egizi, (2004), BAR International series. Estratti: a. Typical features according to period
10. Scarabeo col nome Menkheperre, prenome di Tuthmosis III (1479–1425 a.C.) fuori cartiglio. Opera locale sarda. Il segno kheper è stato sostituito col segno per "cuore" ('ib), morfologicamente simile ed equivalente per la crittografia amunica dello scarabeo (Scandone). Identica caratteristica in 11 e 12. 
G. Matthiae Scandone, Scarabei e scaraboidi egiziani ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari


11. Scarabeo col nome Menkheperre, prenome di Tuthmosis III (1479–1425 a.C.) in cartiglio. Il segno kheper è stato sostituito col segno per "cuore" ('ib), morfologicamente simile ed equivalente per la crittografia amunica dello scarabeo. Identica caratteristica in 10 e 12. 
A. Sechi, Athyrmata fenicio-punici: la documentazione di Sulcis (CA)(2006) Università di Pisa, tesi di laurea

12. Scarabeo col nome Menkheperre, prenome di Tuthmosis III (1479–1425 a.C.) in cartiglio. Il segno kheper è stato sostituito col segno per "cuore" ('ib), morfologicamente simile ed equivalente per la crittografia amunica dello scarabeo. Identica caratteristica in 10 e 11
A. Sechi, Athyrmata fenicio-punici: la documentazione di Sulcis (CA)(2006) Università di Pisa, tesi di laurea


13.  Tavoletta in pietra verde di Assemini  con iscrizione geroglifica (perduta?) 
a. Taramelli A., 1919, Assemini-Nrammento di iscrizione egiziana rinvenuta in regione Su Pranu, in Scavi e Scoperte, pp. 160-161; b. A. Stiglitz, La Sardegna e l'Egitto: il progetto Shardana, In: L'Egitto di Champollion e Rosellini: fra Museologia, Collezionismo e Archeologia”, Atti della I Giornata di Studi Egittologici (Genova 2010), Aegyptiaca, Annali dell'Accademia Egizia - Studi e ricerche, I (2010)

14. Tavoletta in steatite da Tharros con la triade tebana di Amun, Mut, Khonsu ed iscrizione in geroglifici
a. E. Acquaro, Arte e cultura punica in Sardegna, (1984) Carlo Delfino editore; b. Taramelli A., 1919, Cabras-Tavoletta votiva con bassorilievi  ed iscrizione egiziana, rinvenuta nell'area dell’antica Tharros, in Scavi e Scoperte, pp. 135-140

15. Scarabeo in enstatite dalla tomba 267 di Monte Sirai, necropoli punica. 
M. Guirguis, S. Enzo, G. Piga, Scarabei dalla necropoli fenicia e punica di Monte Sirai. Studio crono-tipologico e archeometrico dei reperti rinvenuti tra il 2005 e il 2007, Sardinia, Corsica et Baleares Antiquae, 7 (2009), 101-116.
a. G. Sanna, Lo scarabeo di Monte Sirai. L'obelisco di Amun Ra e di Yhh Nl. Faraoni santi egiziani e 'padri' santi nuragici (parte I), 22.04.2012; b. A. Belladonna,  La crittografia del dio Egizio Amun in Sardegna 08.01.2012

16. Scarabeo da Tharros
a. F. Vattioni, I sigilli fenici; in Annali dell'Istituto Orientale di Napoli, 41, 1981, p.182, num.4.; b. G. Garbini, I Filistei. Gli antagonisti di Israele, Rusconi Milano 1997; c. P. Bartoloni (2005) Rotte e traffici nella Sardegna del tardo Bronzo e del primo Ferro. In: Il Mediterraneo di Herakles: atti del Convegno di studi, 26-28 marzo 2004
a. Gigi Sanna, Su 'carrabusu' de Tharros. Gan Ba'anar figiu de Horus pipieddu naschidu dae su frore 'e su loto (parte II),  27.04.2012; b. Gigi Sanna, Sardōa Grammata. 'ag 'ab sa'ab Yhwh il dio unico del popolo nuragico, S'Alvure Oristano 2004

17. Scarabeo in steatite dalla collezione Biggio di Sant’ Antioco
a. S. Pernigotti 1983, Una rappresentazione religiosa egiziana su uno scarabeo con iscrizione fenicia: ACFP I, 2, Roma, 583-87.; b.  Acquaro E., 1984, Arte e cultura punica in Sardegna, C. Delfino ed.; c. Pisano G., 2006, L’«Egittizzante punico» a Ibiza: la rana, il serpente e il fiore di loto, in G. Pisano (ed.), Varia iconographica ab Oriente ad Occidentem, Roma, pp. 49-62.; d. Nahman Avigad - Benjamin Sass (1997) Corpus of West Semitic Stamp Seals Institute of Archaeology, The Hebrew University of Jerusalem. e. Vermeulen F.N., 2010, Egyptian religious symbols in Judah and Israel from 900 B.C.E. to 587 B.C.E. : a study of seal iconography, University of South Africa, PhD thesis
A. Belladonna,  Iside e Khonsu datori di vita. E il protetto di Eshmun, 01.05. 2012

18. Scarabeo da Tharros in steatite con geroglifici e lettere alfabetiche semitiche. 
a. G. Spano, Scarabeo Sardo Egizio con lettere Fenicie, Bullettino archeologico Sardo, VII (1),1861, p 26; b. Parole di segni. L'alba della scrittura in Sardegna, di Marco Minoja, Consuelo Cossu, Michela Migaleddu. Con interventi di Paolo Bernardini e Giuseppe Garbati,  2012, Carlo Delfino ed.c. M.G. Guzzo Amadasi, Le iscrizioni fenicie e puniche delle colonie in Occidente, Roma 1967, Sard. 10 (Lo Spano legge ayin-het-resh (Akhar, supposto ma inesistente re egizio);  la Amadasi sostiene che la sequenza ayin-het-resh non dà senso, ndr)



19. Scarabeo con volatile, non falco, e due gruppi di segni di fronte
The Beazley archive9/35 Cagliari 18, da Tharros.

20. Scarabeo con volatile, non falco, e due gruppi di segni di fronte
The Beazley archive9/36 Cagliari 21642, da Tharros.

21. Scarabeo in faïence dal sito nuragico di S'Arcu e is Forros (non posteriore all' VIII sec. a.C.)
M.A. Fadda, S'arcu 'e is Forros, Nuragici, Filistei e Fenici fra i monti della Sardegna (con scheda di Giovanni Garbini), Archeologia viva, n.155 sett.-ott. 2012, pp.46 -57
A. Belladonna, http://monteprama.blogspot.it aLo scarabeo di S’ Arcu e is Forros, 27.10.2012


Postscriptum: Per gli innumerevoli altri scarabei sardi con crittografia amunica e con formule o nomi reali di epoca e diffusione non solo sarda o egizia del nuovo regno-III periodo intermedio,  ma anche di epoca più tarda e/o  diffusione levantina, nord-africana ed europea, si rimanda a:  
a. A. Sechi, Athyrmata fenicio-punici: la documentazione di Sulcis (CA)(2006) Università di Pisa, tesi di laurea
b. G. Hölbl,  Ägyptisches Kulturgut im phönikischen und punischen Sardinien, Band 1 (Leiden: Brill 1986)
c. C. Manca, Gli scarabei: affinità tra mondo egizio e mondo fenicio punico, (2011)  Tesi di Laurea, Università degli Studi di Sassari, Relatore P. Bartoloni
 d. M. Guirguis, S. Enzo, G. Piga, Scarabei dalla necropoli fenicia e punica di Monte Sirai. Studio crono-tipologico e archeometrico dei reperti rinvenuti tra il 2005 e il 2007, in Sardinia, Corsica et Baleares Antiquae, 7 (2009): 101-116
e. G. Matthiae Scandone, Scarabei e scaraboidi egiziani  ed egittizzanti del Museo Nazionale di Cagliari, Roma Consiglio Nazionale delle ricerche, 1975. 


Inoltre: 1. A. Belladonna, http://gianfrancopintore.blogspot.com a. La crittografia del dio Egizio Amun in Sardegna 08.01.2012; b. Scrivere con gli oggetti: in Egitto lo facevano già 5000 anni fa 18.01.2012; c. Un’oca, il re adorante, la penna, la barca: nel nome del dio nascosto 30.01.2012; d. Di Tharros&Amun. E di altri luoghi 11.02.2012; e. Un paio di scarabei sardi. Ed un paio di idee sulle date 05.03.2012; f. Gli “omini” di Amun negli scarabei sardi 16.03.2012.; g.Le “donnine” di Amun (e le altre) in Sardegna. 1a parte 25.03.2012. h. Lo strano caso dello scarabeo di Monti Prama, tomba XXV, 13.04.2012; i. Iside e Khonsu datori di vita. E il protetto di Eshmun, 01.05. 2012; l. Le “donnine” di Amun (e le altre) in Sardegna. 2a parte, 13.06.2012; m. I copioni sardi della crittografia amunica. Ma da che cosa?, 09.07.2012; n. La crittografia del dio nascosto in Sardegna: dimenticata dal 1975, attuale come non mai, 23.12.2012; 



2. A. Belladonna, http://monteprama.blogspot.it aLo scarabeo di S’ Arcu e is Forros, 27.10.2012b. I più antichi scarabei sardi: XVII-XI sec.a.C., 29.11.2012