domenica 12 maggio 2013

Foto del giorno: scrivere "con" i vasi ed i troni

a. Vaso a forma del geroglifico per cuore (F34) (b) con iscrizione di Hatshepsut, Tebe (XV sec a.C., XVIII dinastia) (1);  c. vaso a forma di nefer (bellezza, bontà, felicità ecc.), con tre segni nefer ripetuti sul vaso stesso; tomba di Kha, XVIII dinastia, Deir-el-Medina (1)


a. sema-tawy, segno composto che significa unione delle due terre (alto e basso Egitto), rappresentate dal loto (ger. M26) e dal papiro (ger. M15 = zona del Delta, basso Egitto) (1); b. il segno unione (trachea + polmoni?) (1); c. retro della statua di Senwosret I (ca. 1961-1917 a.C.), con il segno unione delle due terre (2); d. vaso unguentario in alabastro dalla tomba di Tutankhamon (ca. 1332 – 1323 a.C, XVIII dinastia) (3), compoasto dal segno sema-tawy, il segno per anni, il segno ankh (vita, potere della vita) ed il segno per was per dominio. L' intera composizione, oltre ad essere finemente elaborata, è leggibile come "il potere della vita e il dominio supportano l' unione delle due terre negli anni" (1). 


(1) Wilkinson, Richard H., Reading Egyptian Art: A Hieroglyphic Guide to Ancient Egyptian Painting and Sculpture, 1994, Thames and Hudson.
(2) da: http://www.joanannlansberry.com/fotoart/met-muzm/12th-2.html
(3) H. Carter, La scoperta della tomba di Tutankhamon, White Star, 2005