martedì 16 luglio 2013

Volto inciso su roccia a Capo san Marco (Sinis di Cabras)

Fig. 1: volto inciso su roccia a Capo san Marco
Capo san Marco chiude a nord il golfo di Oristano. L'area a sud-ovest di Tharros, oltre la Torre di San Giovanni (torre costruita sui resti di un nuraghe) è la mia zona preferita. La zona è affetta da crolli continui e nelle spiaggette si trova di tutto: da frammenti di lapidi a rocce scolpite dal maestrale e dal mare, i quali d'inverno picchiano duro. 
In uno di questi crolli mio marito ha visto, durante le nostre vacanze, un volto inciso su roccia (figura 1). Ovviamente ho prontamente inviato fotografie alla Sovrintendenza di Cagliari ed Oristano, al Comune ed al Museo di Cabras, segnalando il punto esatto e segnalando che la zona, poco frequentata fino a metà luglio, diverrà nei prossimi giorni ad alto impatto turistico. 
L'incisione ha dimensioni di circa 25 cm in altezza e circa 20 in larghezza. I bordi sono poco definiti e l' incisione è larga e fortemente degradata, ma il volto stilizzato, austero ed elegante è ancora ben visibile. L'impatto visivo è di forte emozione, forse anche per l' apparente assenza del disegno degli occhi, che appaiono come due semplici incavi. Nell' incisione, come in gran parte della roccia, c'è parecchia sabbia, cristallizzata e formante un corpo unico con la roccia stessa.

La pietra, probabilmente staccatasi da una roccia più grande, è approssimativamente piramidale (figura 2). E' rimasta evidentemente immersa parzialmente in acqua, come si vede dal lavaggio di parte di essa, con perdita delle incrostazioni nerastre  e dalla presenza di alghe sul retro.

Saranno gli esperti, spero, ad esprimersi sulla sua antichità ed attribuzione culturale. 


Figura 2: la pietra con il volto inciso, vista da diverse angolazioni

Figura 3: l' istmo visto da Capo san Marco (l' ovest con il cosiddetto mare vivo è a sinistra nella foto)





Figura 5: particolari del volto inciso