venerdì 1 novembre 2013

Lo straordinario bronzetto da Monte Benei (Sinis di San Vero Milis)


Da: Anna Ardu, Giandaniele Castangia, Marco Mulargia, Barbara Panico, Al riparo dai venti: identità indigene e interazione culturale nell'area del Capu Mannu nel I millennio a.C., Traces in time, 2012, No 2 >Ardu

Lo splendido ed inusuale oggetto miniaturistico è esposto al Museo di Oristano (Antiquarium Oristanese) Dalla guida POLIS KAI PYRGOS: Vetrina 10 sin.
1) Uno stiletto in bronzo con rivestimento in ferro. Artigianato sardo. VII sec. a.C. Necropoli settentrionale di Tharros;
Due spilloni a testa modanata in bronzo. Artigianato sardo. VII sec. a.C. Necropoli meridionale di Tharros
2) Pugnaletto ad elsa gammata miniaturistico in bronzo. Artigianato sardo. VII sec. a.C. Necropoli di Tharros (?)
Frammento di bronzetto con l’ offerta di due pugnaletti ad elsa gammata. Artigianato sardo. VIII sec. a.C. Santuario di Monte Benei- Sinis di San Vero Milis.
3) Sette faretrine in bronzo. Artigianato sardo. VIII / VII sec. a.C. Necropoli di Tharros

Non conosco altri casi in cui due pugnaletti vengano tenuti nel pugno chiuso, a braccio disteso. Gli unici altri pugnaletti in coppia che conosco sono quelli sul rammento di brocca askoide dal nuraghe Piscu di Suelli, incisi a puntinato sotto due bozze mammillari (fig.2); (Santoni, Vincenzo and Sabatini, Donatella (2010) Gonnesa, Nuraghe Serucci. IX Campagna di scavo 2007/2008. Relazione e analisi preliminare. FOLD&R, 198 (198). pp. 1-53) 
Fig. 2.

N.D.R: Moravetti riferisce di altre due testimonianze di pugnaletti su supporti fittili (Moravetti A. 1986 (1990), Nota preliminare agli scavi del nuraghe S. Barbara di Macomer, NBAS 3, pp. 49-113, note 140, 141): 1. pugnaletto in rilievo su un'ansa a gomito rovescio, nuraghe Genna maria di Villanovaforru (V.Santoni, 1987: Le stazioni nuragiche all’aperto nell’entroterra del golfo di Cagliari, in “F.CLEMENTE, Cultura del paesaggio e metodi del territorio”, Janus, pp. 63 – 88.); 2.  pugnaletto in rilievo orizzontale, dal villaggio nuragico di S. Barbara di Bauladu (L. Gallin-S. Sebis, 1989: Bauladu (Oristano). Villaggio nuragico di S. Barbara, NBAS, 2/1985, Sassari, 1989, pp. 271-275.)

Sinis settentrionale. Carta di distribuzione degli insediamenti. 1. Torre sa Mora (età spagnola); 2. Torre del Capo Mannu (età spagnola); 3. Su Pallosu (deposito nuragico, necropoli romana); 4. Torre di Scab 'e sali (età spagnola); 5. Is Aieddus (edificio romano); 6. Sa Rocca tunda (fonte nuragica); 7. San Lorenzo (necropoli romana); 8-9. Sa Rocca tunda (domu de janas); 10. Torre Saline (età spagnola); 11. Sa Salina manna (abitato romano); 12. Putzu Idu (domu de janas, necropoli romana); 13. Nuraghe Abilis (età nuragica); 14. Monte Benei (villaggio neolitico, area cultuale nuragica e punico- romana); 15. Nuraghe Su Cunventu (età nuragica); 16. Nuraghe Spinarba (età nuragica);
17. Nuraghe s'Omu (età nuragica). 
Da: Stiglitz, A. (2006), Le saline del Capo Mannu e la localizzazione del Korakodes portus. Studi sull'entroterra tharrense, in A. Mastino, P.G. Spanu, R. Zucca (a cura di), Tharros felix, 2. Roma, Carocci ed., pp. 60-80