venerdì 7 marzo 2014

La spirituale androginia del Toro

Egyptian Hieroglyph of sacrificial bull foreleg.(1)
vd. I parte

[..] the constellation of Ursa Major was a prime contributor to the ancient Egyptian theme of sexual versatility. The Northern constellation personified the power of both masculine virility and feminine birth in one singular shape: the foreleg of a sacrificial bull. The bloody foreleg of a slaughtered bull was used as the primary source of religious sacrifice to the god Osiris in ancient Egypt, due to its internal marriage of both male and female elements. Above all else, the spirit of the bull was representative of male "virility, fertility and strength,  which is swiftly juxtaposed to its feminine relationship to birth. Strikingly, the ancient Egyptian term for a masculine bull was "Ka," which was the root of numerous feminine words such as, "kat" (vaginal) and "bkat: (pregnant woman). Linguistically, the Egyptian name for a fertile bull took on a female identity of vaginal birth and rebirth, encompassing both genders simultaneously.[..] (1).

E questa è quasi più dura da mandar giù che quella del dio Min che crea masturbandosi e autofecondandosi (2a)! Sì perchè in fondo pochi animali evocano in noi l' idea di virilità più del toro..eppure nell' antico Egitto era così: ogni maschio di divina ascendenza aveva in sè la capacità di effettuare uno switch sessuale dando vita a se stesso, fino all' estremo di Osiris che risorge dai morti (1,3).  Abbiamo visto che secondo Dawson, Isis assume momentaneamente un tratto maschile/creativo per "far rivivere" Osiris rimettendo insieme i vari pezzi in giro per il mondo, e lo mantiene in vita quel tanto che basta per rimanere incinta del suo seme (1). Nello stesso tempo però, secondo Cooney, Osiris risorge dai morti essenzialmente da solo, manifestando in sè entrambi i poteri sessuali: quello che Isis fa è creare le condizioni giuste (es. avvolgendo il corpo di Osiris nelle bende) perchè Osiris possa tornare in vita, provvedere allo stimolo sessuale ed agire da contenitore per il concepimento del loro figlio Horus (2a).  E' un pò quello che deve fare il sarcofago per un re o un nobile defunto, ed in modo ancora più impegnativo per una donna (1, 3), perchè deve promuoverne non solo la frammentazione, ma anche il temporaneo switch sessuale (2a) necessario per compiere il viaggio (2b).

A so-called “corn mummy” placed in a Late Period tomb, representing Osiris
ready to bring about his own resurrection (3)

Il sacrificio tipico ad Osiris era la gamba anteriore del toro, che allo stesso tempo era la rappresentazione fisica della costellazione che oggi chiamiamo Orsa Maggiore o Grande Carro. L' androginia spirituale dell' animale sacrificato si manifestava nella sua gamba anteriore che veniva presentata come dono ad Osiris perchè ne mangiasse, ingerendo la carne di entrambi i sessi e divenendo così un essere androgino. [..] Furthermore, the significance of the embodiment of dual sexes in the bull is heightened when contemplating the position of the animal as it is tethered to the sacrificial pole. In ancient Egyptian astrology, the constellation of Ursa Major was said to resemble the foreleg of the bull, and was accordingly the guiding point of earthly sacrifice; the sacrifice was tethered to a pole much like the constellation was tethered to the earth. In other words, just as the animal was the physical embodiment of Ursa Major, the pole was representative of the center of the Egyptian universe, which was, indeed, the bull's spiritual androgyny.[..]. (1)
Dawson ci sta cioè dicendo che il toro era una rappresentazione terrestre dell' Orsa Maggiore ed il palo cui era legato l'animale sacrificale rappresentava il punto focale dell'universo egizio: la spirituale androginia del toro, l'essenza più pura e forte del toro stesso.  

(1) Dawson, Ashley N. Ms. (2012) "Reversal of Gender in Ancient Egyptian Mythology: Discovering the Secrets of Androgyny," Oglethorpe Journal of Undergraduate Research: Vol. 1: Iss. 1, Article 2.
(2) A. Belladonna, monteprama.blogspot.it, a. Il sesso flessibile nell'antico Egitto: alla radice del potere spirituale, 16.11.2013; b. Il vino di re Tut: anche cotto, per la trasformazione piú difficile, 18 FEBBRAIO 2014
(3) Kathlyn Cooney, M. "Gender Transformation in Death: A Case Study of Coffins from Ramesside Period Egypt." Near Eastern Archaeology 73, no. 4, . 226-227.