sabato 24 maggio 2014

Pensieri di un pastore sardo su Mont' e Prama

PENSIERI DI UN PASTORE SARDO
SU MONT’ E PRAMA

“Quasi Magi dall’Oriente,
venner qui sicuramente
a portare al Sardo prono
sulla zolla il loro dono 
di cultura e sì dell’arte
di scultura in ogni parte.
E’ sicur, mazza e scalpello,
per non dir di questo e quello,
portan certo al pastor sardo
che al cervello è alquanto tardo.”
Così disse il giga Momo
che d’ Oriente è grande uomo.
E da Nora, Tharros, infin Gallura,
il Fenicio sempre dura.
Di Fenicia, ohimè, il miraggio
Cerca ancor per lungo raggio.

da Pino&Romina