venerdì 2 maggio 2014

Un "betilino fallico" con trattini, incisione a circolo e coppella: dalla tholos di Cuccuru Nuraxi

Fig. 1 (1)
Lo confesso, io ho l'articolo, ma voi potete vederlo con i vostri occhi: è la figura 10 in questo sito (dovete farle scorrere). Un betilino in marna arenacea dalla tholos del pozzo nuragico di Cuccuru Nuraxi (1) (Figura 1). Atzeni ne scrive, laconicamente:   [..]un betilino tronco-conico fallico, alto cm 13, con coppellina al vertice, attorniata da una serie di segmenti radiali e da una marcata incisione in circolo [..](1). Stefania Bagella ne riparla, fugacemente, nel 2010 di questo oggetto, alla nota 2: [..] Non vengono qui inclusi altri manufatti dalle caratteristiche differenti, come quelli di Sedilo, località ignota (Tore 1998, pp. 14-15, nn. 11, 12)(troncoconici), 15 (conico), in basalto, rispettivamente di cm(hxd): 55x40, 36x34, 54x35, e Cuccuru Nuraxi – Settimo San Pietro, tempio a pozzo (Atzeni et alii 1987, p. 297, tav. IX, 11a, di forma ogivale compressa)[..]. (2)
Ricordo anche il graffito, dallo stesso luogo, di cui abbiamo già parlato (3) (figura 2): [..]Straterello pulverulento, di terriccio finissimo bruno-giallastro, decantato, sovrapposto al precedente fino a ricoprire l'orlo della ghiera. Conservava, su un piano inclinato fangoso ed essiccato, tra la ghiera e la parete sotto il vano di scala, il disegno riprodotto a Tav. VII, graffito a V e raggi obliqui laterali, forse un segno sessuale femminile di valore simbolico magico-religioso[..] (1).



Fig. 2. Sezione stratigrafica della rampa di scala e della cella a tholos del pozzo nuragico di Cuccuru Nuraxi, Settimo S. Pietro(CA). In basso a destra, il graffito sul battuto argilloso dello strato 4.  Modificato da un disegno di E. Atzeni (1)

Non che io pretenda di rivaleggiare con la bellissima scritta in mix presentata su queste pagine di recente (4), ma insomma anche quel betilino dice la sua! peccato solo che non ne esistino foto migliori e che non si conosca il numero dei trattini che si dipartono dall' incisione a cerchio e attorniano la coppella sulla "punta". 


Il betilino di Cuccuri Nuraxi fotografato al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari
(1) ATZENI E. et alii 1987, Il tempio a pozzo di Cuccuru Nuraxi Settimo San Pietro-Cagliari, in Atti del II convegno di studi Un millennio di relazioni tra la Sardegna e i Paesi del Mediterraneo, Selargius-Cagliari 27-30 novembre 1986 Cagliari, STEF, pp. 279-297.
(2) S. Bagella, Un betilino dalla domus de janas IV di S’Elighe Entosu: relazioni e confronti con la piccola produzione betilica dell'architettura funeraria nuragica, In: M. G. Melisa cura di, Usini: ricostruire il passato, C. Delfino ed., 2010, pp. 255-261
(3) A. Belladonna, monteprama.blogspot.it, Foto del giorno: il graffito di Cuccuru Nuraxi, 28 LUGLIO 2013;
(4) G. Sanna, monteprama.blogspot.it, Il nome di Tharros (THARRUSH) in un' iscrizione nuragica, etrusca e latina del III - II secolo a.C. Un Lars di nobile origine etrusca 'curulis' di Roma in Sardegna, 27 APRILE 2014