venerdì 25 luglio 2014

Monte Prama non delude: c'era forse qualche dubbio?


Da La Nuova Sardegna del 25 Luglio 2014. Articolo di Claudio Zoccheddu.

Il georadar del geofisico Gaetano Ranieri (che sogna schiere di archeologi che scavino anni e anni nel Sinis) individua 56mila anomalie e, in pratica, suggerisce all'archeologia dove occorre scavare. Adesso si parla di una nuova tomba nuragica, di nuovi frammenti di statue, di un betilo che veniva forse incastrato in una struttura più grande; si parla addirittura di una "rivoluzionaria porzione di betile". Si invoca e si promette di riscrivere la storia, evento leggendario, grosso modo come il Big One. 
Questa mi fa un pò paura: "Tra l’altro, tra gli archeologici inizia a fare breccia una teoria che sconvolgerebbe la storia dell’intero complesso scultoreo", ma staremo a vedere. Intanto godiamoci questa bellissima foto.

Le novità sul sito archeologico sono seguibili sul gruppo Mont'e Prama di facebook.