giovedì 3 luglio 2014

Pillole alfabetiche:gimel

Dopo la beth, ecco la gimel: secondo la maggioranza degli autori, la gimel non è attestata con sicurezza nel proto-sinaitico (1), mentre compare come una sorta di "bastone con gomito" nel proto-cananaico del XII sec. a.C.. 
1. Varianti di lettere proto-sinaitiche da Serabit-el-Khadim (XVIII-XVII secolo a.C.) secondo la sequenza di Orly Goldwasser (1); 2. Lettere nell’ ostracon di Isbeth Sartah (ca. 1100 a.C.); 3. Parziale riproduzione delle lettere nel cosiddetto abbecedario di Tel Zayit (X secolo a.C.); 4. Alfabeto ebraico/fenicio arcaico nel calendario di Gezer (X secolo a.C.); 5. Corrispondenti fonetici nell’ alfabeto fenicio (2, 3, 4 e 5 modificati da C. Rollston, The Phoenician Script of the Tel Zayit Abecedary and Putative Evidence for Israelite Literacy, Cap. 3 in Literate Culture and Tenth-Century Canaan: the Tel Zayit Abecedary in Context, Eisenbrauns, 2008).

Nr. 3 La lettera gimel, la nostra G (dura).  Non è chiaro il significato della lettera nè del suo glifo: sono stati proposti "bastone da lancio) o "gobba di cammello". Il geroglifico egizio più simile è il T14.
Il geroglifico egizio T14: un bastone da lancio, una mazza come arma di genti straniere; è anche determinativo per genti straniere, non egiziane. La lettera mantiene l' angolo ottuso del geroglifico T14 nell' ostracon di Beth Shemesh del XIII sec. a.C., ma in seguito assume un angolo retto e fino a divenire acuto nel fenicio standard (Sass, B. 1988. The Genesis of the Alphabet and Its Development in the Second Millennium B.C., Ägypten und Altes Testament 13. Wiesbaden:Harrasowitz)


La lettera egizia omofona. In egiziano il suono monoconsonantico G (dura)veniva reso con il geroglifico W11, una sorta di piedistallo per giare o vasi. 

Evoluzione. Nella terra di Canaan, origine dei minatori del Sinai, la gimel del proto-cananaico, e nel fenicio arcaico e standard ha una forma spesso simile alla pe che vedremo in seguito. Non è chiaro il legame con la nostra attuale G. 


L'evoluzione della lettera gimel dal II al I millennio a.C. (Da: Life in Biblical Israel, Philip J. King, Lawrence E. Stager Westminster John Knox Press, 01/gen/2001) 

Anomalie del proto-cananaico: una gimel ad angolo retto o una pe? Tra i  nuovi documenti pubblicati da A. Lemaire nel 2012, si trova un'ascia in bronzo con incise tre lettere. Non è chiaro se la lettera fatta come un angolo retto sia da leggersi G o P. 

Parte superiore dell'ascia in bronzo pubblicata nel 2012, con letture proposte KḤP, KḤG, PḤK, GḤK. Da:  A. Lemaire, FROM THE ORIGIN OF THE ALPHABET TO THE TENTH CENTURY BCE: NEW DOCUMENTS AND NEW DIRECTIONS, in: New Inscriptions and Seals Relating to the Biblical World,  edited by Meir Lubetski, Edith Lubetski, Society of Biblical Literature , pp.1-20


Alfabeto cuneiforme di Ugarit (XIV-XII sec. a.C. circa). 
La gimel ugaritica è un semplice cuneo in verticale.

La lettera ugaritica gimel (alfabeto lungo)
La lettera ugaritica gimel(alfabeto breve, doc. KTU 4.710)

La Sardegna. Nei documenti nuragici la gimel assume forme  del proto-cananaico, fenicio arcaico, fenicio standard e ugaritico. Si collega direttamente alla stilizzazione del "toro/bue Api con corno asimmetrico ed alla "gamma" del pugnaletto ad elsa gammata nuragico.  

1. Goldwasser, Orly,  2006, Canaanites Reading Hieroglyphs. Horus is Hathor? - The Invention of the Alphabet in Sinai, Egypt and the Levant, Ägypten und Levante 16, pp. 121–160


Per saperne di più: