venerdì 18 luglio 2014

Su Deus corrudu

de Nanni Falconi

Dedicata a Atropa Belladonna, Gigi Sanna, Mikkelj Tzoroddu, Romina,  Francu e a tutte le persone, scriventi o solo semplici lettori che attraverso questo blog cercano di rinnovare la storia della Sardegna.

Su trau lughente,
su Deus corrudu, balente
onnipotente e luminosu,
su nùmene de su cale
pronuntziare non si podet
dae s’antigòriu. Su mere de sa scritura
suo su primu sinnu de s’alfabetu
suos sos fràigos spantosos chi amus pesadu,
suos totu sos sinnos chi agatamus
in sa lanedda betza de sas pedras.
Suas sa abbas de sas mitzas e cussas de su mare birde.

Il toro lucente,
il Dio cornuto, balente
onnipotente e luminoso,
il suo nome
non si può pronunciare
da sempre. Il Signore della scrittura
suo il primo segno dell'alfabeto
suoi i meravigliosi edifici che abbiamo innalzato,
suoi tutti i segni che troviamo
sotto i vecchi licheni delle pietre.

sue le acque delle sorgenti e quelle del mare verde.