giovedì 7 agosto 2014

Pillole alfabetiche: tet

Dopo la ḥet, ecco la tet: nel proto-sinaitico (1) non è attestata con sicurezza. Rappresenta un'inserzione nella nostra sequenza alfabetica attuale, in posizione 9 (tra H e I).  

1. Lettere proto-sinaitiche da Serabit-el-Khadim (XVIII-XVII secolo a.C.) secondo la sequenza di Orly Goldwasser (1); 2. Lettere nell’ ostracon di Isbeth Sartah (ca. 1100 a.C.); 3. Parziale riproduzione delle lettere nel cosiddetto abbecedario di Tel Zayit (X secolo a.C.); 4. Alfabeto ebraico/fenicio arcaico nel calendario di Gezer (X secolo a.C.); 5. Corrispondenti fonetici nell’ alfabeto fenicio (2, 3, 4 e 5 modificati da C. Rollston, The Phoenician Script of the Tel Zayit Abecedary and Putative Evidence for Israelite Literacy, Cap. 3 in Literate Culture and Tenth-Century Canaan: the Tel Zayit Abecedary in Context, Eisenbrauns, 2008).


Nr. 9 La lettera tet, simile ad una T dura, con la lingua contro i denti superiori.  Non è riportata nel proto-sinaitico delle miniere di Serabit-el-Khadim del Sinai (1). Nella forma a "croce dentro un cerchio" del proto-cananaico, è forse legata algeroglifico egizio O49 per "città" o "villaggio con strade che si intersecano". 



La lettera egizia omofona. Non esiste un segno omofono egiziano. 


Evoluzione. Nella terra di Canaan, origine dei minatori del Sinai, la tet del proto-cananaico è una croce dentro un cerchio. Evolve nella theta greca.ass, (B. Sass 1988. The Genesis of the Alphabet and Its Development in the Second Millennium B.C., Ägypten und Altes Testament 13. Wiesbaden:Harrasowitz). 
L'evoluzione della lettera tet dal II al I millennio a.C. (Da: Life in Biblical Israel, Philip J. King, Lawrence E. Stager Westminster John Knox Press, 01/gen/2001) 

Alfabeto cuneiforme di Ugarit (XIV-XII sec. a.C. circa). 
La tet ugaritica è costituita da 3 cunei -di cui quello centrale è a volte allungato-che formano una croce parziale. Nell'alfabeto breve utilizzato in Palestina, i 3 cunei si dispongono in modo diverso, in orizzontale e con due cunei appiccicati uno all'altro. la lettera è tuttavia rara, in questo caso.

La lettera ugaritica tet (alfabeto lungo)
La lettera ugaritica tet (alfabeto breve, doc. KTU4.710)

La Sardegna. Nei documenti nuragici la tet è attestata con sicurezza solo nella forma ugaritica


1. Goldwasser, Orly,  2006, Canaanites Reading Hieroglyphs. Horus is Hathor? - The Invention of the Alphabet in Sinai, Egypt and the Levant, Ägypten und Levante 16, pp. 121–160


Per saperne di più: