giovedì 30 ottobre 2014

Le “faretrine” nuragiche in bronzo

Immagini da: Lucio Deriu,  Le «faretrine » nuragiche. Contributo allo studio delle rotte fra Sardegna e Etruria, in A. Mastino, P. G. Spanu, R. Zucca (a cura di), Tharros Felix/3I. Naves plenis velis euntes, Roma 2009, pp. 136-177

SARDEGNA 
(33 esemplari, di cui 25 con foto o disegno)








Altre 8 "faretrine" dalla Sardegna vengono descritte senza foto:
5. Tharros, necropoli meridionale di Capo San Marco; 19.  Bitti, nuraghe Argiolas (donata al National Museum di Copenaghen); 23. Nuragus, località Santa Maria de Valenza; 24. Villanovaforru, villaggio nuragico di Genna Maria; 30. 31. 32. 33.: località sconosciute. 

ETRURIA
(12 esemplari, di cui 10 con foto)




Altre 2 "faretrine" dall'Etruria settentrionale (44. e 45.)  vengono descritte senza foto. 

Sardegna: carta di distribuzione delle “faretrine”. Legenda: 1) Tharros nr. 11; 2) Sinis nr.2; 3) Oristanese nr.1; 4) Alto Oristanese nr.1; 5) Teti-Abini nr. 3; 6) Bitti nr. 1; 7) Sardara nr. 1; 8) Nuragus-Forraxi Nioi nr. 1/Nuragus-Valentia nr. 1; 9) Villanovaforru nr. 1; 10) Soleminis nr. 1; 11) Antas nr. 2; 12) Da località sconosciute nr. 5. (I cerchi rossi hanno area proporzionale, in modo relativo, al numero noto rinvenuto, ndr)

Si segnala inoltre un particolarissimo oggetto proveniente dal santuario nuragico di Sa Carcaredda, in Ogliastra.