giovedì 23 ottobre 2014

Monti Prama: si cerca il Tempio


Trascrizione: A Monte Prama si deve scavare ancora per trovare il santuario ipotizzato da Giovanni Lilliu. 
Zucca: “Siamo a 110 metri a nord-ovest rispetto all’estremità settentrionale dello scavo di Alessandro Bedini”. 
Sono le coordinate dell’area dove per primo Giovanni Lilliu, era il 1977, rinvenne dei blocchi lavorati pertinenti ad una struttura complessa
Zucca: “Un’area di 13 ´ 14 metri in cui egli pensava ad un tempio”
La ricerca a Monte Prama andrà giocoforza in questa direzione. Lilliu aveva supportato la sua teoria con materiale fotografico e con foto aeree del Geoportale Sardegna. Trovò pietre di arenaria riconducibili ..  Zucca: “..a elementi non funerari, ma eventualmente com’è possibile, forse probabile, di carattere santuariale”.
E poi ci sono le indagini col georadar del professor Ranieri, risultate talmente illuminanti da dover essere secretate per non fare da richiamo ai tombaroli. E allora l’unico dato ufficiale ma rilevantissimo restano i due conci d’arenaria ritrovati lo scorso maggio.
Zucca: “I conci sono indubbiamente degli elementi di paramenti murari ”.
Strutture non ricollegabili alla necropoli. Ma se le ipotesi sono queste, perché allora aspettare a cercare conferme? Semplice, l’area in questione appartiene a privati, occorrerà prima acquistarla.  
Zucca: “Dobbiamo restituire all’intera comunità il paesaggio, o per meglio dire i paesaggi storici di Monte Prama. Dunque questo sarà in futuro un luogo da indagare ”.