sabato 4 ottobre 2014

Pillole alfabetiche:taw

Dopo la šin (o shin) arriva la taw. Nel proto-sinaitico di Serabit el Khadim (prima metà del II millennio a.C.) è una croce: e tale rimane fino al fenicio "standard". Chiude l'alfabeto consonantico a 22 lettere, e chissà che l'espressione "metterci una croce sopra", che usiamo per indicare che una cosa è finita, non sia legata a quest'ultima lettera. Vista l'ubiquità e antichità del segno a croce, non è chiaro quale sia il precursore egizio, o  se vi sia. 
1. Lettere proto-sinaitiche da Serabit-el-Khadim (XVIII-XVII secolo a.C.) secondo la sequenza di Orly Goldwasser (1); 2. Lettere nell’ ostracon di Isbeth Sartah (ca. 1100 a.C.); 3. Parziale riproduzione delle lettere nel cosiddetto abbecedario di Tel Zayit (X secolo a.C.); 4. Alfabeto ebraico/fenicio arcaico nel calendario di Gezer (X secolo a.C.); 5. Corrispondenti fonetici nell’ alfabeto fenicio (2, 3, 4 e 5 modificati da C. Rollston, The Phoenician Script of the Tel Zayit Abecedary and Putative Evidence for Israelite Literacy, Cap. 3 in Literate Culture and Tenth-Century Canaan: the Tel Zayit Abecedary in Context, Eisenbrauns, 2008).

Nr. 22 La lettera taw, la nostra T. Il nome della lettera significa probabilmente "segno". Il geroglifico egizio più vicino ad essa è Z9, che viene usato in una varietà di accezioni, spesso legate al concetto di "rompere", "dividere"


Sin,  esempi di taw dalle scritte alfabetiche delle miniere di turchese di Serabit-el-Khadim del Sinai (prima metà del II millennio a.C.).  Da Goldwasser, Orly,  2006, Canaanites Reading Hieroglyphs. Horus is Hathor? - The Invention of the Alphabet in Sinai, Egypt and the Levant, Ägypten und Levante 16, pp. 121–160. 



La lettera egizia omofona. In egiziano il suono monoconsonantico viene reso con il segno per pane (ger. X1).

Evoluzione. Nella terra di Canaan, origine dei minatori del Sinai, la taw rimase una croce

L'evoluzione della lettera taw dal II al I millennio a.C. (Da: Life in Biblical Israel, Philip J. King, Lawrence E. Stager Westminster John Knox Press, 01/gen/2001)

Alfabeto cuneiforme di Ugarit (XIV-XII sec. a.C. circa). 
La taw ugaritica è formata da un semplice cuneo in orizzontale.  L'orientazione  è varia soprattutto nell'ugaritico breve, usato in Palestina.
La lettera ugaritica taw alfabeto lungo)

La lettera ugaritica taw (alfabeto breve)

La Sardegna. Nei documenti nuragici la  taw  assume l'usuale forma a croce.

1. Goldwasser, Orly,  2006, Canaanites Reading Hieroglyphs. Horus is Hathor? - The Invention of the Alphabet in Sinai, Egypt and the Levant, Ägypten und Levante 16, pp. 121–160


Per saperne di più: