giovedì 13 novembre 2014

Le navicelle in bronzo di Paulilatino: S. Cristina e TdG di Nuraghe Oschini

In seguito ad un commento al post: Marzo 1928: i tappeti tradizionali e un antropologo naturalista, 11 NOVEMBRE 2014

Fig. 1a: "Variante del tipo 12 (Su Fochile), navicella rinvenuta a Paulilatino, OR, in località Santa Cristina, n. cat. 54.[..]COLLOCAZIONE: Museo Nazionale Archeologico di Cagliari (n. inv. 40, 33468). Navicella bronzea a scafo fusiforme, allungato." Tav. 41 in : Depalmas, Anna (2005) Le Navicelle di bronzo della Sardegna nuragica. Cagliari, Ettore Gasperini editore Società poligrafica sarda. 395 p.: ill. (La terra dei re). 


Fig. 1b: "Variante del tipo 12 (Su Fochile), navicella rinvenuta a Paulilatino, OR, in località Santa Cristina, n. cat. 54.[..]COLLOCAZIONE: Museo Nazionale Archeologico di Cagliari (n. inv. 40, 33468). Navicella bronzea a scafo fusiforme, allungato." Tav. 41 in : Depalmas, Anna (2005) Le Navicelle di bronzo della Sardegna nuragica. Cagliari, Ettore Gasperini editore Società poligrafica sarda. 395 p.: ill. (La terra dei re). 



Fig. 2: La navicella nuragica dal pozzo di S. Cristina di Paulilatino. Da: A. Taramelli, «Navicella votiva in regione di Santa Cristina», NSc 1913, pp. 101-105.



La Depalmas riprendendo il Taramelli (1913) riferisce anche di un'altra navicella da Paulilatino: "SPANO 1867, p. 34; TARAMELLI 1913, p. 101. La scoperta venne fatta, insieme ad altri frammenti bronzei definiti di aes rude, dal sacerdote Salvatorangelo Demartis nella campagna di Paulilatino in una tomba di giganti in località Nuraghe Oschini.

Nel suo saggio A. Depalmas discute le 146 navicelle nuragiche in bronzo alla data del 2005 (vd. fig.3 per le mappe di distribuzione). 


Fig. 3: Carte di ditribuzione dei ritrovamenti di navicelle nuragiche in bronzo in Sardegna e nella penisola Italiana, Da:  Depalmas, Anna (2005) Le Navicelle di bronzo della Sardegna nuragica. Cagliari, Ettore Gasperini editore Società poligrafica sarda. 395 p.: ill. (La terra dei re).