giovedì 2 aprile 2015

La Valle dei Segni verso EXPO 2015

Fig. 1. Immagine da: A. Marretta, I massi incisi calcolitici della Valcamonica e della Valtellina: appunti per un nuovo percorso di ricerca, in Valcamonica Symposium 2004. Nuove Scoperte, Nuove Interpretazioni, Nuovi Metodi di Ricerca, Darfo Boario Terme 8-14 Settembre 2004 (Preatti) , :314-331, Centro Camuno di Studi Preistorici , Capo di Ponte, Italy

"L’arte rupestre camuna per l’Expo. Il Centro Camuno Studi Preistorici ha infatti fornito alcuni file grafici per la decorazione del padiglione A0 dell’esposizione milanese.
Sulle pareti, lungo una fascia di oltre 40 metri, compariranno quindi decine di scene di caccia, agricoltura, allevamento, ritualità collettiva collegabili alla produzione e al reperimento del cibo, provenienti dall’iconografia preistorica dei principali siti mondiali di arte rupestre."
Da questo sito, Giornale di Brescia 24.03.2015

Fig. 2

Nel 2014 il Centro ha festeggiato 50 anni di attività: 
Grazie al contributo del Centro Camuno di Studi Preistorici, negli ultimi 50 anni, in Valcamonica, sono state riportate alla luce oltre 2.000 rocce istoriate con migliaia di figurazioni incise, si è definito un ciclo culturale millenario, si sono allestiti otto Parchi Archeologici.
Il CCSP ha edito oltre 150 volumi, organizzato 25 simposi internazionali e centinaia di seminari e convegni, raccolto oltre 350.000 documenti fotografici inerenti l’arte rupestre dei cinque continenti, allestito una Biblioteca specializzata di oltre 40.000 volumi il cui catalogo è disponibile sull’opac nazionale… Se bastassero le cifre per presentare il Centro Camuno, già questo sarebbe sufficiente.
In 50 anni di attività, il CCSP è stato soprattutto luogo di incontro e confronto in cui si sono formati ricercatori e sono nate idee e proposte, una fucina di idee che ha restituito all’Europa 40.000 anni della sua storia, fino a comprendere le più antiche manifestazioni artistiche prodotte dall’Uomo, un luogo ideale di scambio interdisciplinare dove è stato possibile crescere sia professionalmente che come persone.
Per ricordare, fare il punto delle attività svolte e di quelle in corso, ma soprattutto per guardare e programmare il futuro, verranno organizzati videoproiezioni, incontri, mostre, convegni e dibattiti che animeranno la seconda metà dell’anno in corso, in una programmazione che vuole coinvolgere il territorio, le istituzioni camune e le realtà culturali italiane e internazionali, che in questi 50 anni hanno collaborato con l’Istituto"


Fig. 3: immagini da A. Marretta, I massi incisi calcolitici della Valcamonica e della Valtellina: appunti per un nuovo percorso di ricerca, in Valcamonica Symposium 2004. Nuove Scoperte, Nuove Interpretazioni, Nuovi Metodi di Ricerca, Darfo Boario Terme 8-14 Settembre 2004 (Preatti) , :314-331, Centro Camuno di Studi Preistorici , Capo di Ponte, Italy