mercoledì 18 marzo 2015

Teste vecchie e nuove


I ritrovamenti degli anni '70, hanno dato modo di ricostruire-seppure in modo talora molto frammentario-25 statue antropomorfe dal sito nuragico di Monte Prama (Cabras, OR). Delle 25 statue restaurate, abbiamo solo 13 teste-nella maggior parte dei casi molto sfigurate e poco leggibili: Andreina Costanzi-Cobau & Antonietta Boninu, Protagonisti e comprimari di una storia, In: Le sculture di Mont’e Prama–Conservazione e restauro" 2014, Gangemi editore, pp. 181-352

Fig. 1a

Fig. 1b

Fig. 1c

Fig. 1d

Fig. 1d

Fig. 2a. La famosissima testa di Fastigiadu (pugilatore 15) con gli emblematici occhi solari. In realtà lo stato rovinoso delle teste rende ben evidente questa caratteristica solo in pochi  casi. 



Fig. 2b. Un viso finora non assegnato ad alcuna statua. Da: L. Usai, V. Leonelli, Le sculture in mostra, In: Le sculture di Mont’e Prama–La mostra" 2014, Gangemi editore, pp. 234-254

Scavi del 2014
Nel 2014 sono state trovate altre teste, una delle quali attaccata alla statua (fig. 3 e 4). 


Fig. 3. La prima testa attaccata ad un collo emersa dagli scavi del 2014. Da questo sito, riorientata di 90°. 



Fig. 4. Le tre nuove teste oggi esposte al museo di Cabras